Nike Dunk

Le Nike Dunk sono sneakers basse da uomo pensate per il basket ma con un forte background skate, tra le sneakers Nike più apprezzate e vendute. Lanciate nel 1985, lo stesso anno delle Jordan 1, originariamente le Dunk sono state pensate per la NCAA, il campionato universitario americano. Disegnate dal direttore creativo di Nike in persona, Peter Moore, sono state immaginate come l’erede naturale delle Air Force 1 sul campo da basket, ma con il tempo sono diventate molto di più, proprio come le Air Force. L’esordio è di quelli importanti: la linea “Be true to your school”, una serie di dodici Dunk dedicata ad altrettante università americane, finisce subito sold out. Nonostante il design accattivante, bisogna ricordare che le Dunk erano prima di tutto scarpe da basket; quindi un modello leggero e ammortizzato, chiamate così perché escono 40 anni dopo la prima schiacciata vista un campo da basket. Al netto di qualche piccola modifica e di alcune collaborazioni particolari, il design attuale è identico all’originale: tomaia in pelle con toebox traforata, grosso Swoosh laterale abbinato ai lacci, suola piatta e antiscivolo. Un mix di ingredienti semplicemente perfetto, che Sandy Bodecker ha ripreso in mano per rilanciare Nike SB nei primi anni Duemila, cioè la linea di abbigliamento e sneakers da skate dello Swoosh. Grazie a un design rielaborato e adattato alle esigenze degli skater - soletta ammortizzata, suola più spessa, linguetta in spugna imbottita e via dicendo - le Nike Dunk SB hanno unito i puntini tra basket, footwear e skate diventando una delle prime silhouette capace di sfondare in sottoculture diverse. Negli anni ci sono state collaborazioni con designer, atleti e brand streetwear come Supreme, ma è verso la fine degli anni ‘10 che le Nike Dunk sono diventate un simbolo della cultura pop. Merito di Virgil Abloh e della collaborazione con Off-White, ma anche di Travis Scott, Patta, Yoon Ambush e tanti altri. L’ultimo step di un’evoluzione graduale e ancora in corso che ha portato le Dunk a essere riconosciute come le Nike più trasversali e influenti in assoluto.

Vedi anche:


Meglio le Dunk Low o le Dunk High?

La risposta breve è semplice: dipende dai gusti. Se è vero che le Nike Dunk hanno esordito nel 1985 nella versione alta, proprio come le Jordan 1, dall’altro lato bisogna dire che esistono più versioni e colorway di Dunk Low, al contrario di come succede invece per le Jordan 1, famose soprattutto nella loro versione High. Quindi se la storia dice High, il pubblico dice Low. Anche se sono arrivate dopo, le Dunk basse si sono diffuse più rapidamente, forse anche perché le Jordan 1 Low non sono mai state considerate una vera alternativa della loro versione alta. Generalmente le Dunk Low sono protagoniste di più collaborazioni, versioni retro e release limited rispetto alla loro controparte alta, ma anche le Dunk High hanno diverse versioni esclusive. Dai un’occhiata alla selezione di SPECTRUM e scegli la tua prossima Dunk.

Come vestono le Nike Dunk?

A differenza delle Air Force 1 e di altri scarpe sportive, le Dunk hanno una vestibilità regolare, simile a quella di tantissime altre sneakers Nike. Anche se materiali, colorazioni, dettagli e persino alcuni elementi strutturali cambiano da una versione all’altra, o da una collabo all’altra, le Dunk conservano sempre lo fit senza stravolgere uno dei punti di forza del modello: il comfort.





Spedizione standard gratis

Con una spesa minima di € 50
Scopri

Reso gratis

30 giorni di tempo
Scopri

Pagamenti comodi e sicuri

Carte, Paypal o contanti alla consegna
Scopri