Come ci si veste streetwear?

Per vestirsi streetwear basta poco: una felpa, una T-shirt, un paio di jeans o di work pants, il tuo brand di sneakers preferito e sei apposto. Ma visto che lo street style abbraccia si può applicare a tantissimi capi e altrettanti brand, le opzioni per creare un outfit street sono diverse. Indossare pantaloni chino, felpa oversize e un paio di scarpe casual Clarks Originals è street almeno tanto quanto mettere pantaloni cargo, overshirt e marsupio a tracolla. In breve, dipende tutto dai tuoi gusti: gli appassionati di gorpcore e funzionalità partiranno da giacche hardshell e sneakers outdoor per costruire il loro outfit, gli irriducibili dello sport style invece punteranno su tracksuit, crewneck stile college e un paio di Vans o sneakers Nike, e via dicendo.

Quali sono i principali brand streetwear?

La scena streetwear è così vasta che è difficile individuare i suoi confini e stabilire con precisione quali brand possono essere considerati street e quali no. Tolti alcuni brand skate come Stüssy, Off-White o Supreme, universalmente riconosciuti come padri fondatori del movimento street, il resto dei brand sono realtà sfaccettate, con un background che affonda le radici in altre sottoculture. Arc’teryx e Salomon Sportstyle, per esempio, hanno giocato un ruolo chiave nel trasformare i capi outdoor in urban, eppure nascono come brand da hiking, focalizzati su giacche tecniche e abbigliamento da sci. Discorso simile per Carhartt WIP e Dickies, due brand dal chiaro DNA workwear, che con il tempo si sono spostati sempre di più verso il casual, adattando work pants e giacche da lavoro alle necessità dell’abbigliamento lifestyle. Un ragionamento che si applica anche ai brand sportswear come Nike o New Balance, capaci di produrre sneakers retro e abbigliamento sportivo a getto continuo.

Dove è nato lo streetwear?

Possiamo dire con relativa sicurezza che lo streetwear è nato negli Stati Uniti, in particolare in California, sulla spinta di sottoculture e movimenti come quello surf e skate. Anche l’influenza dello sport è stata importante, visto che alcuni dei capi più significativi dello stile street arrivano da lì: felpe con il cappuccio, T-shirt, ma anche le stesse sneakers. In breve lo streetwear è diventato un fenomeno globale, e ha assunto forme leggermente diverse in base al contesto in cui si è diffuso. Un esempio per tutti: l’incontro tra scena street e la cultura giapponese, con la sua profonda valorizzazione dell’archivio e il rispetto per il passato, ha convinto i brand dell’importanza delle sneakers retro, e più in generale ha incentivato una riflessione sul discorso di identità che ha spinto molti brand a ridefinire il loro approccio. Insomma, se continuiamo ad avere colorazioni OG di Jordan 1 è merito della cultura orientale. Senza dimenticare il discorso toys e collectibles, settore in cui il Giappone resta nettamente il numero uno incontrastato. L’Italia ha Iuter e Octopus, ma anche Marcelo Burlon e Palm Angels, la Francia ha contribuito con lo stile minimal rivisitato di A.P.C., e sempre dal Giappone arrivano alcuni brand fondamentali come Maharishi, Undercover e Bape. Insomma, ogni area geografica interpreta il concetto di street culture a modo suo, arricchendo una cultura il cui punto di forza sta proprio nella sua continua ridefinizione.

Dove comprare vestiti streetwear scontati?

La proposta di SPECTRUM include le ultime novità dei migliori brand streetwear, e viene aggiornata ogni giorno con nuovi drop e collezioni. Sul nostro sito trovi una selezione di abbigliamento, footwear e accessori street, oltre che la sezione Culture dedicata a libri e magazine che parlano di street culture, fashion e graffiti. Se cerchi vestiti streetwear scontati invece puoi dare un’occhiata alla nostra pagina outlet e saldi, suddivisa per brand o categoria in base alle tue necessità.

Perché lo streetwear va di moda?

Con l’avvento dei social e dei nuovi media, la visibilità attorno alla cultura street è aumentata in modo vertiginoso, anche perché la sua influenza è trasversale e cross-disciplina. La sensibilità street tocca tematiche urgenti e contemporanee come la necessità di ripensare i modi di produzione e di ridurre l’impatto ambientale, e offre una via di fuga a situazioni complicate attraverso un nuovo concetto di espressione e accessibilità. Ma la cultura street si esprime anche in metodi più tradizionali, come abbiamo imparato dialogando con illustratori, visual artist e graffiti writer di ogni tipo. In breve, possiamo dire che lo streetwear va di moda semplicemente perché è l’espressione di un processo culturale rivoluzionario e totalizzante.





Spedizione standard gratis

Con una spesa minima di € 50
Scopri

Reso gratis

30 giorni di tempo
Scopri

Pagamenti comodi e sicuri

Carte, Paypal o contanti alla consegna
Scopri